Persone crocifisse al mondo e a cui il mondo stesso sia crocifisso,
ecco quali ci vuole lo stato della nostra vita. Persone nuove, io dico,
spogliate da propri affetti per essere rivestite dallo spirito di Gesu'
Cristo, morte a se medesime per vivere alla giustizia..

(I.F. 216; C164)   
icona-facebook   icona twitter

Cenni biografici del Beato Arsenio da Trigolo

Padre Arsenio Migliavacca, battezzato con i nomi di Giuseppe Antonio, nacque a Trigolo - Cremona - il 13 giugno 1849, in una famiglia  profondamente cristiana. A 13 anni entrò nel seminario di Cremona e fu ordinato sacerdote nel 1874.

Dopo due anni di servizio apostolico entrò nella Compagnia di Gesù. Incaricato del ministero di predicatore e confessore, svolse con instancabile generosità questo suo servizio e fu stimato da molti come uomo di Dio, saggio e misericordioso.

Pochi anni dopo, però, arrivò la prova: accusato di 'imprudenze', si vide costretto ad accettare le dimissioni dalla Compagnia di Gesù.

Il misterioso disegno di Dio portò P. Giuseppe a Torino dove l'Arcivescovo, Mons. Davide Riccardi lo pregò di assumere la responsabilità e la formazione di un gruppo di giovani donne, nucleo di una nascente Famiglia religiosa, che si occupavano di orfane.

Don Giuseppe adeguò le regole ignaziane per il nuovo Istituto, diventando così Fondatore delle Suore di Maria Santissima Consolatrice (1893). Guidò la Congregazione per dieci anni; poi sopraggiunse di nuovo la prova più dura e umiliante con false ed infamanti accuse. Il Card. Andrea Ferrari aiutò don Giuseppe e gli consigliò di entrare tra i Padri Cappuccini (1902). Egli iniziò il Noviziato prendendo il nome di Arsenio Maria da Trigolo. Dopo la professione visse a Bergamo, dove continuò a dedicarsi alla predicazione e alle confessioni, e curò la formazione di vari gruppi del Terz’Ordine francescano.

Conservò e mostrò sempre grande serenità, nascondendo nel silenzio il bene compiuto nella sua vita passata.

Morì a Bergamo il 10 dicembre 1909, conosciuto da molti e rimpianto come sacerdote zelante, umile e saggio, semplice e generoso.

 

La Beatificazione del Venerabile Padre Arsenio da Trigolo

La sera del 6 ottobre 2017 sono iniziate le celebrazioni per la Beatificazione di Padre Arsenio da Trigolo, Fondatore delle Suore di Maria SS. Consolatrice. La Veglia ha dato il via alla preghiera e alla riflessione sulla figura dell’umile Cappuccino, che ha fatto della sua vita una costante ricerca del silenzio e del nascondimento.

Proprio in linea con il suo itinerario di ricerca di Dio si è mossa la bella omelia di Mons. Napolione, Vescovo di Cremona, che ha voluto assimilare tutta la vicenda biografica di Padre Arsenio alle stazioni della Via Crucis. 

La mattina successiva davanti al Duomo abbiamo vissuto il primo atto del grande Oratorio: finalmente era giunto un momento atteso da anni. Le porte del Duomo si sono aperte per introdurci in una straordinaria sinfonia di luci, di suoni, di colori e di silenzio.

La solenne liturgia, con i suoi vari momenti, è stata vissuta con particolare partecipazione e in un profondo atteggiamento di rendimento di grazie. Nessun particolare trionfalismo, ma molta commozione quando abbiamo veduto la grande immagine del Fondatore apparire sul maestoso ambone del Duomo, tra gli applausi e la gioia di tutti i numerosi fedeli presenti.

Significative le parole del Cardinal Amato e bellissime quelle dell’Arcivescovo di Milano, Mons. Mario Delpini, che hanno esortato tutti a chiedere al nuovo Beato le grazie necessarie a ciascuno, sottolineando che nessuno sarebbe tornato a casa senza un suo particolare aiuto.

E, infine, un ultimo atto: l’accoglienza fraterna in Casa Madre di tutti coloro che hanno partecipato alla funzione. 

Non ci resta che ringraziare tutti coloro che hanno preparato, che hanno condiviso, che hanno reso belli con il canto, la musica, la partecipazione questi momenti di gioia. Tutti chiediamo a Padre Arsenio di accompagnarci come guida sicura in un cammino che dura tutta la vita, spesso arduo e faticoso, ma sempre sostenuto dalla tenerezza della Vergine Consolatrice, nostra Madre e Protettrice.
 
 
 
logo-fondazione-padre-arsenio Su iniziativa dell'Istituto delle Suore di Maria Consolatrice nel 2006 è stata istituita la FONDAZIONE PADRE ARSENIO ONLUS.
La Fondazione, senza scopo di lucro, si occupa del sostegno delle opere umanitarie in Italia e nei Paesi in via di sviluppo, ponendo particolare interesse alle attività di beneficenza a favore di collettività o persone in grave disagio sociale, economico e sanitario.
 
Per avere ulteriori informazioni in merito o per conoscere le modalità di sostegno della Fondazione consulta il sito ufficiale www.fondazionepadrearsenio.it
 
 
 
icona-filmatoVisualizza il filmato del convegno per Padre Arsenio del 10 Dicembre 2012

 

Beatificazione Padre Arsenio